Home » Guide Trading » didattica-forex-trading » Stocastico e Rsi: utilizzo, punti in comune e differenze

Stocastico e Rsi: utilizzo, punti in comune e differenze

Stocastico e RSI appartengono entrambe alla classe degli oscillator e restituiscono valori compresi in un intervallo 0-100. Entrambi sono molto utilizzati, sebbene spesso non da soli bensì come supporto, verifica (o semplicemente in compagnia) di altri indicatori. Hanno parecchi punti in comune e infatti di frequente vengono considerati come intercambiabili.

Sono invece molto diversi.

Lo stocastico

Inventato dal trader George Lane nel 1970, lo stocastico è utile per individuare le zone di ipercomprato e di ipervenduto. Annuncia, quindi, le possibili inversioni di trend.

Nello specifico, mette in relazione il prezzo corrente con i minimi e i massimi rilevati, di fatto, dal trader. Quest’ultimo definisce un orizzonte temporale tra i tanti disponibili, ognuno dei quali, come è risaputo da tutti gli investitori, produce diversi minimi e massimi. Per questo motivo, il grosso del lavoro coincide con l’individuazione dell’esatto timeframe.

Ad ogni modo, lo stocastico restituisce un valore compreso tra 0 e 100, noto come %K e il valore %D, che rappresenta la media mobile di %K.

Come si utilizza lo stocastico?

Le tecniche sono numerose. La più utilizzata prevede l’individuazione delle situazione di ipercomprato e ipervenduto. Quando %K è superiore a 80, il mercato è in ipercomprato. Quando %K è inferiore a 20, il mercato è in ipervenduto. In definitiva, un consigliao di massima è assumere posizioni long quando si è in una situazione di ipervenduto e posizioni short quando si è in una condizione di ipercomprato.

I valori estremi, infatti, suggeriscono inversioni di trend più o meno immediate.

L’RSI

RSI, acronimo di Relative Strenght Index è stato inventato dal trader J Welles Wilder nel 1978. Come lo stocastico, si prefigge l’ambizioso obiettivo di annunciare le possibili inversioni di trend. Inoltre, ancora una volta analogamente allo stocastico, l’RSI produce un valore che va da 0 a 100. Segnala, poi, le situazioni di ipercomprato e di ipervenduto. Nello specifico, si è in ipercomprato quando il valore è compreso tra 80 e 100, si è in ipervenduto quando il valore è compreso tra 0 e 20.

Quando il mercato è in ipercomprato, si prospetta una inversione di tendenza, quindi è bene vendere. Quando il mercato è in ipervenduto, idem, quindi è bene comprare.

Prova lo stocastico e l'RSI direttamente nelle piattaforme trading di:

Confronto broker iqoption vs 24option
iqoption-broker-scalping-opzioni-binarie 24option
Conto Demo GRATIS e illimitato Conto Demo solo per clienti con deposito
Trading da 1 euro Trading da 24 euro
Deposito da 10 euro Deposito da 250 euro
Per chi ama lo scalping opzioni binarie opzioni binarie + CFD trading
Robot opzioni binarie gratis integrabili Segnali opzioni binarie in piattaforma
Rendimenti fino a 90% Rendimenti tra 79% e 86%
Rimborso fino al 45% Rimborso parziale non previsto
Licensa CySEC Licenza CySEC
ISCRIVITI ISCRIVITI

Differenze tra stocastico e RSI: ipercomprato e ipervenduto

E’ veramente così facile? E’ sufficiente individuare gli “estremi” e comportarsi di conseguenza?

La verità è che sia lo stocastico che l’RSI non sono così infallibili, soprattutto se utilizzati da soli. Tuttavia se associati ad altri indicatori, o anche solo a una media mobil, sono molto utili. Necessitano di un supporto perché rischiano di restituire falsi segnali. Quando il timeframe è stretto, sia lo stocastico che l’RSI tendono a rilevare un numero maggiore di ipercomprati o ipervenduti. Quando l’approccio è basato sul lungo periodo, gli estremi sono più rari. Paradossalmente, il superamento dei valori 20 e 80 potrebbe suggerire un rafforzamento del trend. Che fare dunque? Un’idea è associato un indicatore che fornisca profondità, che replichi gli effetti del long term, come una media mobile.

Confronto scalping IQoption vs Markets
iqoption-broker-scalping-opzioni-binarie scalping opzioni binarie
Conto Demo GRATIS e illimitato Conto Demo con scadenza
Trading da 1 euro Trading da 1 micro lotto
Deposito da 10 euro Deposito da 100 euro
Per chi ama lo scalping opzioni binarie Per tutti i tipi di trader 
Rendimenti fino a 91%  
Rimborso fino al 45% Rimborso parziale non previsto
Licensa CySEC Licenza CySEC
ISCRIVITI ISCRIVITI

 

Altre strategie con RSI e Stocastico

  1. Strategia Bande di Bollinger + RSI
  2. Strategia Bande di Bollinger + Stocastico
  3. Strategie Opzioni Binare 5 – 10 – 15 minuti con Stocastico
  4. Strategia con lo Stocastico

Dan Aran

Dan è un trader indipendente appassionato di finanza e studio di strategie forex intraday AVVISO: I trading alert, segnali forex e ogni altra indicazione presente in queste pagine non devono essere considerati come consigli di investimento personalizzati ma frutto di libera espressione, studio e analisi degli autori. Non ci si assume responsabilità sulle conseguenze dell'utilizzo delle informazioni presenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Analisi tecnica: 3 consigli per praticarla a meglio

L’analisi tecnica è lo studio del grafico mediante tecniche e strumenti avanzati, il cui scopo è fornire segnali di entrata e di uscita dal mercato e, in generale, orientare l’investitore nella sua attività di trading. Un errore comune, soprattutto tra i trader poco esperti, è complicare un’attività che già di per sé non è semplice, impiegando tecniche farraginose e perdendo di vista i veri obiettivi dell’analisi tecnica. Ecco 3 consigli utili per ricondurre la propria ...