Home » Guide Trading » Analisi Tecnica » Segnali Opzioni Binarie con MACD

Segnali Opzioni Binarie con MACD

Con la seguente strategia puoi creare i segnali opzioni binarie con una semplice piattaforma Metatrader Demo. Si tratta di una semplice Strategie di Trading Opzioni Binarie che utilizza l’indicatore MACD e alcuni piccoli accorgimenti maturati nel tempo durante le ore passate davanti al pc a fare trading online.

Come sapete il MACD è un indicatore che suggerisce il trend di mercato e spesso i segnali generati hanno un successo dell’ 80%. La tendenza di mercato è importante per poter guadagnare con le opzioni binarie e se riusciamo a creare anche dei segnali con precisione dell’80% allora è possibile raggiungere risultati molto interessanti.

La strategia opzioni binarie con MACD crea:

  1. Il segnale di entrata
  2. Il prezzo di entrata
  3. Una scadenza proporzionale al TF utilizzato

Questo vuol dire che ad ogni segnale corrisponde un prezzo (quindi non si entra MAI immediatamente)!

PASSO 1 – I segnali opzioni binarie MACD

Il macd sulla piattaforma Metatrader Demo è generato da un Istogramma (signal) e una curva di tendenza.

Il segnale è Rialzista quando il Signal rompe verso l’alto la curva

Il segnale è Ribassista quando il Signal rompe verso il basso la curva

PASSO 2 – Il Prezzo di Entrata

Nel momento in cui abbiamo la formazione di un segnale il trader deve memorizzare il prezzo massimo del momento (in caso di segnale ribassista) e il prezzo minimo del momento (in caso di segnale rialzista).

Dopo la formazione del segnale infatti i prezzi tendono a seguire il trend del segnale per poche candele e successivamente ritracciano fino a ritornare sul prezzo Massimo (o Minimo) che avevamo memorizzato. In quel momento il trader entra nel mercato con il seguente vantaggio:

  1. Compra al Rialzo ad un prezzo minimo su un trend Rialzista
  2. Compra al Ribasso su un prezzo Massimo su un trend Ribassista
In questo modo la nostra posizione ha un’alta probabilità di successo perchè rispetta le basi principali della psicologia del trading online.

PASSO 3 – La scadenza

Gli esempi sono stati fatti con un Grafico a TimeFrame H1 su EURUSD e le entrate sui prezzi massimi e minimi sono state gestite con 2 scadenze, una ad 1 ora dal momento dell’entrata e l’altra a fine giornata (solitamente ore 21-22). In questo modo ci prendiamo 2 guadagni con lo stesso segnale!

Se utilizzate TimeFrame maggiori, come H4 allora le scadenze sono tutte per fine giornata.

Se decidete di lavorare su TimeFrame minori allora vi suggeriamo questi settaggi:

  • Grafico a 5 minuti —> Scadenze tra i 5 e i 15 minuti
  • Grafico a 15 minuti —> Scadenze tra i 15 e i 60 minuti

Stiamo anche provando la strategia con il Macd con le opzioni 60 Secondi e presto vi pubblicheremo i risultati.

+500

Antonio

3 commenti

  1. ciao la mia domanda è questa?
    quanto durerà il trend rialzista o ribassista?
    se lavoro su opzioni binarie di forex a scadenza 30 min devo usare grafico a 30 min o a 15 min?
    non sarebbe meglio cercare di puntare call sul momento più basso (o alto con put) e quindi subito dopo il segnale?
    scusate se ho fatto una domanda stupida.
    grazie a tutti

    • Ciao,

      non è possibile sapere quanto tempo dura un trend ma è possibile percepire la forza e la direzione e quindi la sfruttiamo per i segnali opzioni binarie. Se lavori con scadenze di 15 minuti ti consiglio di guardare entrambi i grafici M15 e M30. Se lavori con opzioni binarie con scadenza a 30 minuti devi vedere i grafici M30 e H1.

      Infine, non puoi mai comprare sul punto più basso (o più alto) semplicemente perchè non sai mai se sei sul massimo o sul minimo. Devi invece valutare il momento con la maggiore probabilità in cui il trend possa andare nella direzione che ti prefiggi.

  2. ottima risposta.
    bravo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

INTSNPLWeekly

Le borse crollano? ecco le opportunità in Italia

Dopo la Brexit abbiamo assistito al crollo della sterlina nei confronti delle altre valute e anche le azioni degli indici europei sono scese a picco (specialmente nel settore bancario). La borsa di Milano (che è di proprietà della London Stock Exchange) ne ha risentito in modo particolare e in questo momento sta perdendo il 12%! Particolarmente colpito il settore bancario.  Ma attenzione! i ribassi di questi giorni non sono ancora un'opportunità. Dobbiamo attendere nuovi minimi ...