Home » Tag Archivi: cfd trading

Tag Archivi: cfd trading

Markets broker: social trading forex cfd

Market broker forex cfd è stato fondato nel 2008 dalla Playtech Plc, una multinazionale quotata a Londra con una capitalizzazione di 2,6 miliardi di sterline. E’ un broker forex cfd molto apprezzato, capace di ritagliarsi uno spazio importante in un panorama molto competitivo, specialmente in Italia. L’opinione degli utenti è in genere molto favorevole. Basterebbe solo questo a dimostrare le sue qualità tuttavia…

E’ proprio vero? Markets.com è realmente uno dei migliori broker forex cfd in circolazione? Una recensione Markets.com contribuirà a chiarire le idee.

Markets.com è un broker forex cfd affidabile?

La risposta è sì. A testimoniarlo è il numero degli utenti che ogni giorno si affidano ai suoi servizi, ma anche la licenza erogata dalla Cysec, uno degli enti regolatori più importanti a livello globale. A suo favore gioca anche un’offerta molto ampia e variegata. Chi trada con Markets.com può scegliere tra il Forex, i CFD, le azioni, gli indici, i metalli preziosi, il petrolio, gli ETF e i futures. Le attività di trading possono essere praticate con fluidità e senza affrontare ostacoli di sorta. A favorire ciò è la presenza di una piattaforma proprietaria, disponibile anche nella versione smartphone (Markets Web Trader e Markets Mobile Trader).

Tipi di conto trading di Markets

  • Conto classico. Il deposito minimo è di 100 dollari. Vengono offerte analisi di mercato giornaliere e i tutorial formativi.
  • Conto standard. Il deposito minimo è di 2.500. Offre analisi di mercato ancora più approfondite e i segnali via SMS.
  • Conto premium. Il deposito minimo è di 25.000 dollari. Offre analisi premium e un’assistenza ancora più puntuale, precisa, personalizzata.

L’offerta di Markets broker forex cfd

Di seguito, le condizioni economiche e operative di Markets.com.

In definitiva, non si può che affermare che la recensione Markets.com non può che restituire un buon esito. I punti di forza sono numerosi, non ultimo il ricco bonus di benvenuto e l’ampia offerta. L’unico difetto, se si vuole essere pignoli, risiede negli spread: sono fissi, quindi consentono una programmazione più precisa, ma per questo motivo sono leggermente più alti della media.

Petrolio previsioni 2017 di Goldman Sachs

Il petrolio, e nello specifico la produzione, è stato al centro di importanti negoziati nel tentativo di sostenerne il prezzo. Gli accordi OPEC, finalizzati alla diminuzione dell’offerta, dopo gli stop degli ultimi mesi, sono andati finalmente a buon fine. Alla luce di ciò, Goldman Sachs ha ritoccato le stime riguardo al petrolio Brent e WTI, posizionandosi con una view nettamente ottimistica rispetto agli altri istituti finanziari. Ha pubblicato le sue stime in un paper datato 16 dicembre 2016.

Petrolio previsioni: ben oltre i 50 dollari

Nello specifico, la banca statunitense prevede che il WTI toccherà quota 57,50 dollari già entro il secondo trimestre del 2017. Le previsioni precedenti lo davano a 55 dollari (sempre entro il secondo trimestre). Viene dato al rialzo anche il Brent, che verrà a costare 59 dollari al barile, contro i 56,5 della stima precedente.

Goldman Sachs ha specificato inoltre che il rialzo del prezzo del petrolio avverrà a 2017 inoltrato. Non è un caso, quindi, che le previsioni di dicembre-gennaio rimangano ancorate a 50 dollari al barile. In questo momento, infatti, a pesare sono essenzialmente due fattori. Da un lato l’apprezzamento del dollaro, causato dall’aumento dei tassi di interesse recentemente stabilito dalla Federal Reserve, e dalla crescita della produzione in Libia (il paese sta ritrovando un po’ di stabilità e il commercio ne sta traendo giovamento).

Trade Online

Molto interessanti sono le tempistiche riportate da Goldman Sachs. Secondo la banca americana, infatti, il trend rialzista acquisirà vigore a partire da febbraio, quando gli accordi OPEC entreranno a regime. Il paper parla chiaramente di “forte catalizzatore di un grande movimento di prezzo”.

petrolio previsioni

Petrolio previsioni e news positive dall’Arabia Saudita

Il motivo di queste stime ottimistica va rintracciato, come già accennato, dall’esito positivo delle negoziazioni OPEC. Al centro della discussione, il ruolo dell’Arabia Saudita, tradizionalmente restia a scalare la produzione a causa del timore di perdere ingenti quote di mercato. Questa volta, come informa Goldman Sachs, è diverso. “In definitiva, la nostra analisi del saldo di bilancio saudita indica che il regno ha un forte incentivo a tagliare la produzione allo scopo di normalizzare le scorte. Alla luce dei i tagli OPEC e non OPEC annunciato durante le due settimane precedenti, aggiorniamo al rialzo i cali di produzione nella prima metà del 2017”.

In particolare, gli analisti credono che entro Luglio si assisterà a un’entrata a regime del tagli nella migliore delle ipotesi, un’entrata all’87% nella peggiore.

Insomma, le view di Goldman Sachs sono molto positive e vanno verso una stabilizzazione del mercato, che in questi anni ha sofferto del disastroso calo della domanda, causato dall’imperversare della crisi economico in Occidente e dal rallentamento delle economie emergenti.

Oltre la prima metà del 2017, reputiamo probabile che il mercato internazionale rimanga equilibrato. Il prezzo del petrolio brent si posizionerà tra i 55 e i 60 dollari al barile, in virtù anche della risposta dell’industria dello shale oil, e la produzione del petrolio a basso costo solo leggermente in aumento”.

Broker 24FX

24FX è un broker forex e CFD di proprietà della Rodeler Limited, una società con sede a Cipro. Di per sé, questa piattaforma è effettivamente piuttosto giovane nel panorama del forex, ma non dimentichiamo che la società che vi sta dietro non è altrettanto giovane: la Rodeler Limited è infatti la stessa realtà che ha dato vita a 24Option, ossia ad uno dei broker di opzioni binarie più affidabili, completi e autorevoli del momento.

24FX è un broker regolamentato?

Obiettivo primario di 24FX è offrire ai suoi utenti un ambiente di trading sicuro e protetto, nell'interesse di tutti quelle figure che vengono comunemente coinvolte in una operazione finanziaria.

24fx

Proprio per questo il broker in questione si avvale non solo della consueta certificazione CySEC (il cui numero di licenza è il 207/13), ma anche di tutta un'altra serie di organismi nazionali che di fatto gli aprono le porte dei paesi più diversi: 24FX è regolarmente autorizzato ad operare nei mercati finanziari da parte della FCA (Regno Unito), FMA (Austria), AFM (Olanda), Hellenic (Grecia), CNB (Repubblica Ceca), BDF (Francia), Bafin (Germania), ATVP (Polonia), Consob (Italia) e CNMV (Spagna).

Piattaforme e bonus forex 24FX

24FX è un broker che articola la sua offerta su tre binari diversi: quello dei servizi di investimento, quello dei servizi accessori e quello degli strumenti finanziari.

visita il sito di 24FX

Per quanto riguarda i servizi di investimento, la società fornisce la ricezione e la trasmissione di ordini relativi a più strumenti finanziari, ed esegue gli ordini per conto dei clienti; per quanto riguarda i servizi accessori, invece, 24FX si propone come servizio di scambio, come servizio erogatore di crediti verso quegli utenti che dovessero averne bisogno per effettuare una o più operazioni nei mercati finanziari, come servizio di custodia e di amministrazione perché detiene di fatto il capitale di ciascun cliente, e per finire come strumento di analisi finanziaria.

24fx offre un'ampia gamma di strumenti finanziari con cui investire in modo professionale e rappresentano uno dei punti di forza di questo broker:

  • forex con spread a partire da 0,8 pips
  • CFD trading su Azioni italiane, europee e americane
  • CFD trading su indici di borsa
  • CFD trading su materie prime come il Petrolio e su metalli preziosi come l'ORO e l'Argento

24FX offre anche la possibilità di avvalersi del trading automatizzato con expert advisor, del copy trading con mql4.com e del trading mobile. E per chi ne avesse bisogno, c'è anche un'interessante sezione dedita alla Formazione che tra e-book e video si propone di formare dei veri trader. 

EuroStoxx50 indice: ideale per il trading intraday

Eurostoxx 50 è uno dei maggiori indici europei, tanto da poter essere considerato un vero e proprio indicatore della salute complessiva dell'economia del vecchio continente. Al suo interno infatti possiamo trovare componenti azionarie delle maggiori società dei paesi dell'Europa occidentale, con una netta rappresentanza tedesca, ma con la presenza di solide aziende con sede in Francia, Italia, Belgio e Spagna. Monitorando gli andamenti di questo indice, quotato alla Borsa di Francoforte, si ottiene quindi una visione generale di vari comparti commerciali europei, come quello delle telecomunicazioni, quello automobilistico e quello dei servizi bancari. Ed osservando i dati della primavera 2016, si può affermare che la salute dell'economia europea non è affatto stabile.

Quotazioni 2016 Eurostoxx 50

Le quotazioni di Eurostoxx 50 hanno infatti fatto registrare una forte volatilità, ben evidente sia selezionando un orizzonte temporale a breve termine, che focalizzandosi sul medio periodo. Se nelle prime settimane del mese di aprile 2016 il prezzo dell'indice dimostrava una certa vitalità, con un aumento del 7%, ecco arrivare nella seconda metà dello stesso mese un tonfo superiore al 6%. Le montagne russe proseguono anche nel periodo successivo, con un mese di maggio rialzista ed un netto calo a partire da giugno.

Le montagne russe dell'indice Eurostoxx50

Occorre ricordare che, essendo l'indice composto da titoli di aziende europee, le prospettive del “Brexit” si fanno sentire non poco, e le continue pubblicazioni di nuovi sondaggi sull'imminente referendum (che danno i “leave” in vantaggio rispetto ai “remain”) non fanno altro che affossare ulteriormente le quotazioni dell'indice, che ora si colloca sotto i 2900 euro. Il valore attuale è ben al di sotto di quelli massimi raggiunti lo scorso anno, prima dei tumulti dei mercati asiatici, quando l'indice Eurostoxx 50 aveva sorpassato i 3800 euro e si accingeva, secondo alcuni analisti forse eccessivamente ottimisti, a superare quota 4000. Il momento attuale sembra in ogni caso favorevole per chi intende rischiare delle posizioni lunghe: un'inaspettata vittoria del fronte anti-Brexit potrebbe rilanciare le quotazioni dell'indice, favorendo quindi dei profitti interessanti anche nel breve termine. Inversamente, la conferma dei sondaggi circa il parere opposto da parte dei cittadini del Regno Unito potrebbe far continuare la fase ribassista dell'indice, che potrebbe così scendere addirittura sotto i 2500 euro, soglia che risale agli anni post Lehman Brothers.

E50EURDaily

Investire intraday su Eurostoxx 50

Le oscillazioni delle quotazioni di Eurostoxx 50 possono essere messe in relazione con la coppia valutaria EUR/USD, che di solito ha un andamento inverso rispetto a quello dell'indice. Chi intende cimentarsi con questo cross, ispirandosi agli andamenti dell'indice, potrà aprire un conto presso un broker di Forex ed investire su queste due valute, con l'intento di realizzare dei profitti online.

Con i broker CFD Plus500 plus500-logo-2014-trading-forex-cfdMarkets markets_logo e XM.com logo-small-xmpuoi fare trading sugli indici di borsa con i CFD.

Le sigle che puoi trovare tra i vari broker sono differenti ma sono tutte riferite all'indice Eurostoxx50, ecco alcuni esempi:

  • EU50
  • Europe50
  • ESX
  • ESX50
  • DJEU50
  • E50EUR

Finmeccanica azioni pronti per un rialzo?

Finmeccanica, trading azioni Giugno 2016

Tra i vari titoli quotati alla Borsa di Milano che attirano costantemente l'attenzione degli investitori possiamo trovare le azioni di Finmeccanica, l'autorevole azienda italiana attiva nel comparto della difesa e delle produzioni aerospaziali. Stiamo parlando di un'impresa tra le più produttive nel nostro paese, in virtù di contratti e forniture non solo in Italia ma anche all'estero: particolarmente richiesti in tutto il mondo sono ad esempio gli elicotteri prodotti da AgustaWestland, una delle principali società del gruppo Finmeccanica. Forte della popolarità e della qualità tecnologica dei suoi prodotti, l'azienda ha fatto registrare negli ultimi anni dei fatturati consistenti, superando i 13 miliardi di euro nel 2015. Considerati questi fattori, si può comprendere come investire sui titoli di Leonardo-Finmeccanica (il nome completo dell'azienda) possa essere piuttosto proficuo.

Analisi quotazioni Finmeccanica

Dall'analisi dei dati storici delle quotazioni azionarie, si evince che anche Finmeccanica non è stata immune alla crisi economica globale all'indomani della bancarotta di Lehman Brothers nella seconda meta del primo decennio del 2000: dopo aver raggiunto il massimo di 23 euro ad azione nel 2007, il titolo di Finmeccanica ha subito un rapido ridimensionamento fino a precipitare sotto i 10 euro l'anno successivo. Un ulteriore discesa si è poi verificata sul finire del 2011, quando ogni azione veniva quotata addirittura sotto i 3 euro. Da allora tuttavia il titolo si è gradualmente ripreso, facendo registrare un aumento costante, fino a raggiungere il prezzo di 13 euro in conclusione dell'anno passato, valore che si è attestato sugli attuali 10 euro.

LEONARDO - FINMECCANICA

Il prezzo delle azioni di Finmeccanica sale di solito dopo la pubblicazione di notizie circa nuove consegne ottenute dal gruppo. É il caso di uno degli ultimi ordini avvenuto sul finire di Maggio 2016, quando si è stipulato un accordo con il governo del Pakistan per una fornitura di nuovi elicotteri della AgustaWestland: il valore del titolo si è subito collocato a quota 11 euro a seguito di un netto rialzo. Nella prima settimana del mese di Giugno, le quotazioni dell'azione si sono tuttavia ridimensionate verso quota 10 euro e continuano ad oscillare giornalmente.

Ichimoku trading azioni Finmeccanica

Il grafico a 5 giorni sopra mostrato ci indica che attualmente siamo in una fase di correzione del trend rialzista principale che potrebbe avere come obiettivo un'estensione fino a 9 euro. Su quel livello potrebbero tornare gli acquisti di massa e si potrebbe pensare ad un accumulo per il medio/lungo periodo.

Trading online Finmeccanica

Tenersi aggiornati sulle ultime notizie inerenti Finmeccanica sarà essenziale per chi intende operare con i CFD della società con le piattaforme di trading online: con questo strumento non si acquisiranno a tutti gli effetti le azioni dell'azienda, ma si potranno ugualmente ricavare dei profitti aprendo delle posizioni lunghe, in modo tale da guadagnare sulla variazione del prezzo del sottostante.

Ad esempio con i broker Plus500 plus500-logo-2014-trading-forex-cfd, Markets markets_logo e STO supertradingonlineè possibile fare trading sulle azioni Finmeccanica in tempo reale.