Home » Guide Trading » Analisi Tecnica » L’indicatore Trading Turtle per MT4/MT5

L’indicatore Trading Turtle per MT4/MT5

Sempre alla ricerca continua di nuovi ed efficaci indicatori per il trading online, ci siamo imbattuti in un noto indicatore adatto per le piattaforme MT4/MT5 chiamato Trading Turtle.

La storia dell’indicatore Trading Turtle è alquanto simpatica. Nel 1983 due noti traders, Richard Dennis e William Eckhardt fecero una scommessa e come strumento di analisi fecero un esperimento. Volevano dimostrare se per diventare trader di successo bisognava avere delle doti innate oppure bastasse soltanto fornire a una persona un set di regole standard e una formazione di trading. Per l’esperimento furono assunti 21 uomini e due donne senza conoscenze di trading, i “Turtle”, i quali furono messi in una stanza in un edificio di Chicago e gli furono insegnate le principali nozioni del trading. Il risultato fu sbalorditivo, quasi tutti diventarono dei traders di successo.

Attraverso questo set di regole è stato creato un indicatore chiamato per l’appunto “Indicatore Trading Turtle” che ha portato notevoli benefici agli utilizzatori.

Vediamo in dettaglio come funziona l’Indicatore Trading Turtle per MT4/MT5.

La Strategia in entrata

Questo sistema prevede due strategie di ingresso nel mercato che analizzeremo qui di seguito.

Il system One (S1) utilizza un breakout di entrata di 20 giorni. Questo sistema stabilisce una regola che prevede che per aumentare l’opportunità di cavalcare un grande trend si deve ignorare un indicatore se l’ultimo trend è stato redditizio. Ovviamente questa regola potrebbe creare problemi e far perdere delle opportunità di guadagno qualora il trend saltato si rivelasse in realtà molto redditizio. Per questo motivo, come salvagente è stato creato il system two (S2) che prevede un breakout di 55 giorni.

Utilizzando il system One la strategia di entrata si risolve nel seguente modo:

  • Comprare su un breakout rialzista a 20 giorni se l’ultimo segnale era una perdita
  • Shortare su un breakout ribassista a 20 giorni se l’ultimo segnale era una perdita

Utilizzando il system two la strategia di entrata prevede invece di:

  • Comprare su un breakout rialzista a 55 giorni se siamo fuori dal mercato
  • Shortare su un breakout ribassista a 55 giorni se siamo fuori dal mercato

I turtle comunque si coprono da eventuali rischi calcolando attentamente gli stop loss attraverso l’Avarage True Range degli ultimi 30 giorni per ogni singolo trade.

imm 1

Prova anche tu la tecnica Trading Turtle grafici della Metatrader

Scarica gratis la piattaforma dei grafici  Markets

Scarica gratis la piattaforma dei grafici XM

La Strategia in uscita

La strategia in uscita nella maggior parte dei casi si rivela alquanto determinante e per questo i turtle hanno imparato a uscire dai loro trade utilizzando i breakout nella direzione opposta e, in questo modo, riservandosi la possibilità di cavalcare lunghi trend.

La strategia di uscita del System One prevede di:

  • Chiudere posizioni lunghe quando il prezzo tocca il minimo dei 10 giorni
  • Chiudere posizioni short quando il prezzo tocca il massimo dei 10 giorni

Mentre la strategia di uscita del System Two prevede di:

  • Uscire dalle posizioni lunghe quando il prezzo tocca il minimo dei 20 giorni
  • Chiudere le posizioni short quando il prezzo tocca il massimo dei 20 giorni

imm2

Osservando tutte le regole stabilite dai turtle e rispettando con molta precisione il money management, questo indicatore potrebbe rivelarsi una strategia di trading molto redditizia.

Per ulteriori informazioni relative a questo indicatore e ad altri indicatori redditizi per il trading online potrai chiedere gratuitamente la consulenza dei nostri esperti semplicemente inviando una email a admin@guidatrading.com

Antonio

1 Commento

  1. E' POSSIBILE AVERE TALE CODICE PER MT5?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Le borse crollano? ecco le opportunità in Italia

Dopo la Brexit abbiamo assistito al crollo della sterlina nei confronti delle altre valute e anche le azioni degli indici europei sono scese a picco (specialmente nel settore bancario). La borsa di Milano (che è di proprietà della London Stock Exchange) ne ha risentito in modo particolare e in questo momento sta perdendo il 12%! Particolarmente colpito il settore bancario.  Ma attenzione! i ribassi di questi giorni non sono ancora un'opportunità. Dobbiamo attendere nuovi minimi ...