Home » Guide Trading » Forex e Tassi di cambio

Forex e Tassi di cambio

Il Forex, termine utilizzato per indicare il foreign exchange market, cioè lo scambio di valuta estera, è diventato il mercato con maggior volume degli scambi e liquidità al mondo.
Non esiste un mercato più liquido dove circola tanto denaro come nel forex.

Si stima che in media, ogni giorno vengono scambiati quasi 2 mila miliardi di dollari.
Una cifra impressionante che fa comprendere facilmente quanto sia immenso questo mercato.

Il forex nasce nel 1971, dopo la caduta del sistema internazionale dei tassi di cambio stabiliti con gli accordi di Bretton Woods. Fino a quella data infatti, con lo scopo di stabilizzare i tassi di cambio e le valute tra i paesi, il sistema di Bretton Woods fissava un tasso di cambio tra tutte le valute e il dollaro, ed un tasso di cambio tra dollaro ed oro.

Dopo quella data però, a causa dei tanti inconvenienti dovuti al gold exchange standard, il dollaro non fu più convertibile in oro, e le valute nazionali iniziarono ad oscillare liberamente.
L’avvento dei computer diedero la spinta alla crescita dei movimenti di capitali.

Oggi il mercato, a seguito delle continue ed incessanti oscillazioni, si presta benissimo al gioco degli speculatori, ecco perché molti sono i trader, grandi e piccoli, che cercano di guadagnare aprendo e chiudendo posizioni per speculare sulla differenza.

In realtà, l’attività di speculazione rappresenta solamente una minima parte di questo grande mercato.

Ma come funziona concretamente il Forex?

Come abbiamo accennato, le valute vengono scambiate con altre valute secondo determinati tassi di cambio.
Un tasso di cambio stabilisce quanta valuta nazionale deve essere venduta per acquistare valuta straniera.
Così, se il tasso di cambio EUR/USD (euro/dollaro) ad oggi è quotato 1,3216 – questo vuol dire che se vogliamo comprare dollari pagando con euro, per ogni euro riceveremo in cambio 1,3216 dollari.

Il tasso di cambio può anche essere espresso in modo inverso, come USD/EUR. In questo caso il cambio è 0,7567 – ovvero, per ogni dollaro si ricevono in cambio 0,7567 euro, oppure, per ogni 0,7576 euro si riceve in cambio un dollaro.

L’attività di scambio interessa istituzioni bancarie, Governi, grandi imprese, grandi speculatori, Banche centrali, ma anche piccoli speculatori che lucrano sulla differenza posistiva tra acquisto e rivendita delle valute scambiate.
Tuttavia, i piccoli speculatori, non possono partecipare direttamente agli scambi, ma solo attraverso dei broker che aprono (acquistano valuta) e chiudono posizioni (vendono valuta) per conto dei loro clienti.

Consulta le piattaforme e i broker per operare e guadagnare con il forex

Come si guadagna con il Forex?

Si apre una posizione e poi si chiude cercando di guadagnare sulla differenza tra acquisto e vendita.

Ad esempio, supponiamo che il cambio EUR/USD oggi è 1,3325
Noi pensiamo che l’euro si deprezzerà rispetto al dollaro così vendiamo 10.000 euro e acquistiamo dollari al tasso di 1,3325.
Per 10.000 euro riceviamo 13.325 dollari.

Pochi minuti dopo il tasso di cambio passa da 1,3325 a quota 1,3216
A questo punto vendiamo i 13.325 dollari acquistati in precedenza, e acquistiamo euro al prezzo di 1,3216 dollari per euro.
In cambio di 13.325 dollari riceviamo 10.083

In pochi minuti abbiamo guadagnato 83 euro, anche se da questa cifra bisognerebbe togliere una piccola commissione che va al broker.

Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

trading oro

Swing trading e Day trading: come cambia l’analisi

L’analisi, sia essa tecnica piuttosto che fondamentale, è una materia complessa ma che nessun trader può permettersi di ignorare. E’ essa che conferisce all’attività di trading una patina di scientificità, che consente agli investitori di operare le proprie scelte con raziocino. L’analisi può cambiare nei principi e negli approcci in base al tipo di trading. Un esempio è dato dalla dicotomia Swing trading e Day Trading, che si riflette nel modo di intendere l’analisi tecnica. ...