Home » Tag Archivi: segnali

Tag Archivi: segnali

Guide trading: la prevedibilità del mercato

Il mercato deve essere visto come la somma del pensiero degli investitori che vi operano. Tale somma determina l’andamento del prezzo. Non tutti gli investitori sono uguali però, infatti, vi sono investitori istituzionali ( banche d’affari; fondi pensione; banche centrali; etc ) e investitori privati. Ovviamente la categoria che ha più peso è quella degli investitori istituzionali, che vengono chiamati anche: ” mani forti “. Le mani forti del mercato possono, in alcuni casi, influenzarne l’andamento.

Ciò accade nei periodi brevi e di medio termine, nel lungo termine è invece il fattore economico che ha la meglio, quindi, se l’economia di un dato paese va bene, nel lungo periodo si registrano dati positivi, viceversa, si registreranno dati negativi.

Il mercato risulta essere prevedibile sia nel lungo termine, in cui è sicuramente più facile individuarne le tendenze, sia nel breve e medio termine, dove, nonostante le tendenze siano più difficili da individuare, dopo un po’ di pratica si può riuscire ad individuare le occasioni più profittevoli.

Molti investitori però preferiscono affidare i propri risparmi a consulenti finanziari o alla banca, questo perché non hanno le conoscenze adatte per poter gestire i propri risparmi nel modo più profittevole. Nel mercato si possono guadagnare cifre molto elevate, ben lontane, in senso positivo, da quelle erogate dalla banca.

È ovvio che per operare investimenti bisogna conoscere le ” regole del gioco “, ma ti assicuro che ce ne sono poche e che basterebbe solo una regola per cogliere delle buone occasioni. Il prezzo si muove seguendo delle tendenze precise. Le tendenze sono il risultato del pensiero comune degli investitori. Tale pensiero è animato da scelte soggettive che però costituiscono una base comune di oggettività.

Guide Trading Supporti e Resistenze

I supporti e le resistenze rappresentano le basi dell’analisi tecnica dei mercati finanziari. Un supporto è un’area in cui il prezzo ha rimbalzato a ribasso per almeno due volte.

Guide trading

Una resistenza rispetta lo stesso principio, con l’unica differenza che questa rappresenta l’area superiore in cui il prezzo va a rimbalzare a rialzo.

Guide trading

I supporti e le resistenze costituiscono una base o un muro, in prossimità di queste aree il prezzo può reagire in due modi: rompere l’area o rimbalzare.
Se rompe l’area, allora siamo in presenza di una inversione di tendenza, se vi rimbalza ciò indica una continuazione.

Guide trading

Questo semplice concetto è sempre valido, ovviamente, la rottura delle aree deve avvenire in presenza di particolari contesti che definiamo: contesti di inversione. Il contesto di inversione è un insieme di segnali che sanciscono l’avvenuta inversione di tendenza. Il primo segnale, quello più importante dopo la rottura, è il volume di scambi che si verifica in corrispondenza della rottura dell’area. Tale volume deve necessariamente presentarsi più elevato rispetto a quello della sessione precedente, se ciò non accade, allora probabilmente la rottura potrebbe rivelarsi solo un falso segnale, in tal caso il prezzo rientrerebbe nuovamente nell’area per proseguire la tendenza precedente.

Analisi tecnica: i 3 segnali di inversione più importanti

Analsi tecnica

In analisi tecnica esistono numerosissimi segnali che indicano delle inversioni di tendenza. Molti di questi sono affidabili, altri invece risultano essere un po’ meno affidabili dipendentemente dalle circostanze in cui si verificano. Ad ogni modo non tutti i segnali di inversione di tendenza possono essere messi sullo stesso piano, ve ne sono alcuni che in linea di massima sono più affidabili di altri a parità di contesto.

Tre sono quelli che secondo noi risultano essere i segnali più affidabili che sanciscono una inversione di tendenza. Vediamoli insieme:

Rottura di tendenza: una rottura di tendenza è semplicemente il passaggio del prezzo da una certa area ad un’altra. Tale passaggio è delimitato da una linea di confine chiamata trend line. Tale linea va tracciata in base al tipo di tendenza: in una tendenza rialzista, si traccia la trend line di supporto. Tale trend line unisce i minimi di prezzo più importanti, creando così un supporto dinamico entro cui il prezzo tende a mantenersi. In una tendenza ribassista si traccia invece la trend line di resistenza, che, diversamente da quella di supporto, unisce i punti di massimo più importanti. Quando il prezzo buca la sua area di supporto o di resistenza, allora, molto probabilmente, ci troviamo di fronte ad una inversione.

Formazioni candlestick: le formazioni candlestick sono un altro esempio di come l’analisi dei grafici possa costituire la base essenziale della metodologia di investimento. Attraverso lo studio delle formazioni candlestick di inversione si può stabilire se il prezzo stia per cambiare tendenza o se, invece, sia predisposto a mantenere quella attuale.

Volume di scambi: per quanto il volume di per se non può essere considerato come un segnale di inversione, tuttavia, la sua analisi porta il trader a stabilire la validità di tutti i possibili segnali di inversione di tendenza. Il volume di scambi tende sempre ad aumentare in prossimità di una inversione, ciò accade perché altri trader si rendo conto che è stata infranta un’area di supporto o di resistenza importante, mentre molti altri trader chiudono investimenti in perdita incrementando la discesa e la salita dei prezzi. Un segnale di inversione, qualunque esso sia, va sempre confermato attraverso lo studio del volume di scambio.

Analisi di mercato 16/10/2012: scopri come sfruttare i dati macroeconomici

Analisi di mercatoIl mercato reagisce sempre alle notizie macroeconomiche rilevanti, proprio per questa sua caratteristica un buon trader sa che operare investimenti poco prima della diffusione di un dato importante è estremamente pericoloso.

Il prezzo infatti subisce delle variazioni talvolta inaspettate all’uscita di dati importanti, questa caratteristica del mercato è descritta benissimo in una delle premesse fondamentali dell’analisi tecnica dei mercati finanziari.

IL MERCATO SCONTA TUTTO

Dire che il mercato sconta tutto significa che gli investitori muovono il prezzo di mercato in base alle loro aspettative. Queste aspettative sono proiettate al futuro, quindi, il prezzo attuale è gonfio di aspettative che scontano anche determinati eventi macroeconomici futuri che, anche se non si sono già verificati, sono già stati previsti.

A VOLTE IL MERCATO NON SCONTA NULLA

Non sempre il mercato sconta tutto, ci sono infatti casi in cui un particolare dato è stato scontato in parte, ossia, gli analisti hanno previsto un risultato inferiore a quello reale. In questo caso l’uscita del dato economico fa aumentare l’ottimismo degli investitori che compreranno ( nel caso in cui il dato si riveli superiore alle attese, e comunque si parla di dati di carattere positivo ) facendo aumentare il prezzo.

In tal caso possiamo affermare che un dato economico positivo non scontato riesce a muovere il prezzo. Questa caratteristica del mercato può essere sfruttata a nostro vantaggio. Vediamo, per esempio, cosa è successo oggi nel forex e come avremmo potuto sfruttare questa occasione.

ANALIS DI MERCATO: FOREX 16/10/2012

I dati macroeconomici positivi di oggi vengono da oltreoceano e riguardano le trimestrali di  Goldman Sachs, risultate migliori delle attese con fatturato in aumento e utili in ascesa, inoltre, sono stati aumentati anche i dividendi, che sono passati da 0,46$ ad azione a 0,5$. Grazie a questa splendida performance della banca d’affari USA, il tasso di cambio eur/usd ha fatto un piccolo, ma sostanzioso, balzo in avanti sino a raggiungere quota 1.3050.

Analisi di mercato

In questo caso bastava solo essere a conoscenza delle previsioni e del dato ufficiale, sarebbero bastate solo queste due informazioni per poter sfruttare il rally intraday e guadagnare un bel po’ di soldi. D’ora in poi, quindi, attenzione ai dati.

Imparare i segnali sulle opzioni binarie

Chi si dedica al trading con passione, attenzione, impiegando parte del proprio tempo a studiare mercati, trend, analizzare prezzi ed informazioni, si sarà già reso conto della necessità di tradurre rapidamente i segnali provenienti dal mercato in previsioni e quindi decisioni.

Previsioni corrette generano profitti, previsioni errate portano perdite. I Segnali Opzioni Binarie, cioè quegli indizzi che ci indicano dove muoverà il mercato, sono molto utili, ma non tutti sono in grado di carpirli, specie i meno esperti, così ci siamo chiesti se era possibile trovare su internet un servizio che fornisse degli ottimi segnali all'investitore.

In particolar modo ci siamo posti 4 domande alle quali abbiamo provato a dare risposta:

1. Esistono su internet degli strumenti o dei servizi che consigliano il trader quando e su quali opzioni investire, quindi offrono suggerimenti o segnali?
2. Esistono servizi o software gratuiti di segnali sulle opzioni binarie?
3. Esistono servizi o software a pagamento di segnali sulle opzioni binarie?
4. E' possibile Guadagnare con i Servizi di Segnali per Opzioni Binarie?

5. Esistono servizi di Trading Automatico in Opzioni Binarie?

Dopo aver navigato in lungo e in largo su internet alla ricerca di una risposta alle nostre domande, siamo giunti ad alcune conclusioni:

Esistono sia servizi che software che offrono dei segnali per investire in opzioni binarie, tuttavia non sono mai completamente gratuiti, nel senso che anche se qualche sito, blog o forum offre il servizio senza chiedere il pagamento di un prezzo, in realtà chiede sempre qualcosa in cambio, in particolar modo la registrazione al sito di un broker. Effettivamente perché vi dovrebbero regalare informazioni così utili? (sempre che nella realtà lo siano).

Alla terza domanda rispondiamo in questo modo: Esistono svariati servizi a pagamento o in abbonamento che offrono la somministrazione di Segnali. Questi vengono inviati periodicamente all'indirizzo email segnalato durante la registrazione o l'acquisto del servizio.

Alla quarta ed ultima domanda: E' possibile Guadagnare con i Servizi di Segnali per Opzioni Binarie?
Se non si ha abbastanza esperienza allora affidarsi ad un software o ad un servizio in abbonamento potrebbe essere un modo per iniziare a fare trading con una logica, un modo per studiare e imparare anche secondo le logiche e le strategie di altri. Il tutto finchè non vi sentite pronti per muovervi in autonomia. Se poi il servizio è redditizio potreste anche decidere di fidarvi al 100%.

Potevamo tranquillamente consigliarvi un servizio a pagamento e magari guadagnare una commissione dalla vendita, ma preferiamo invece darvi un consiglio che probabilmente andrà controtendenza: Studiate, applicatevi, analizzate il mercato e senza cercare scorciatoie imparate voi stessi a valutare i segnali, fidatevi delle vostre capacità, solo in questo modo sarete sicuri di investire correttamente.
Tanti trader hanno iniziato perdendo inizialmente del denaro, ma grazie all'esperienza acquisita nel tempo e dagli errori commessi, hanno poi recuperato quanto investito durante il "periodo di formazione" fino a diventare degli abili speculatori.

La risposta alla quinta domanda, oggi è si. Negli ultimi mesi sono disponibili software che non solo generano segnali di trading opzioni binarie ma li rendono automatici al 100% senza la necessità per il trader di stare davanti al pc. 

Sta a voi decidere se credere a questi sistemi, oppure se imparare a lavorare autonomamente.