Home » Tag Archivi: macd

Tag Archivi: macd

Come usare il MACD con il filtro medie mobili 2/2

Aggiungere il filtro media mobile

Uno dei metodi più semplice per il trend filtering è quello di applicare la media mobile. Nella figura in basso è rappresentato lo stesso grafico precedente con l’aggiunta del filtro media mobile. Attraverso questo filtro è possibile visualizzare rapidamente il trend attuale semplicemente osservando se la price action si trova al di sopra o al di sotto della media mobile. Di contro, utilizzando rigorosamente le medie mobili per innescare entrate e uscite porta anche ad includere anche dei falsi segnali.

imm2trading60secondi

Aggiungere il MACD

Per identificare nel miglior modo possibile il trend primario è possibile aggiungere un altro indicatore molto importante ovvero il MACD. Nella figura in basso raffigura lo stesso grafico dei precedenti con l’aggiunta del MACD, tracciato sotto il grafico a barre. I momenti in cui il MACD cambia direzione e passa da ribassista a rialzista sono contrassegnate con le frecce verdi verso l’alto.  Al contrario i punti in cui il MACD  passa da rialzista a ribassista sono contrassegnati con frecce rosse verso il basso. In questo grafico sono stati applicati parametri a lungo termine di 18, 37 e 9 per il MACD, mentre i valori predefiniti son 12, 26 e 9. In realtà non esistono dei valori corretti e sarebbe opportuno fare dei tentativi in modo da individuare il corretto setup che si adatti meglio al mercato.

imm3

A questo  punto potremmo designare il trend principale come rialzista considerandolo soltanto su lunghi trade se:

  • GBP/JPY è sopra alla media mobile esponenziale a 26 mesi e,
  • L'ultimo segnale dal MACD è stato un "Up" freccia verde.

Al contrario, potremmo designare il trend principale come ribassista, e lo considero solo su trade brevi se:

  • GBP/JPY è al di sotto della media mobile esponenziale a 26 mesi, e,
  • L'ultimo segnale da MACD è stato un "Down" freccia rossa.

In qualsiasi altra circostanza, designeremmo il "trend principale" come "neutrale" e non effettueremmo trade con la coppia GBP / JPY, se:

  • GBP/JPY è superiore alla media mobile esponenziale a 26 mesi, ma il segnale MACD indica una freccia rossa verso il basso, oppure
  • GBP/JPY è al di sotto della media mobile esponenziale a 26 mesi, ma il segnale MACD  attesta una freccia verde in su

optiontime-trading-opzioni-binarie-sicure

Conclusione

Questa strategie di trend following statisticamente è più redditizia rispetto a quelle che vanno contro il trend. Qualche problema si pone nei momenti in cui il trend presenta delle lateralità.

Per ottenere maggiori informazioni su questa strategia oppure per conoscere ulteriori strategie di trend following, potete contattare i nostri esperti di trading inviando una email a admin@guidatrading.com.

Vai alla prima parte>>

IT_lifes_different_with_money_200x90

 

Come usare il MACD con il filtro medie mobili 1/2

Il  forex in questi ultimi anni è diventato il mercato più attivo e liquido in assoluto, affascinando numerosissimi investitori in tutto il pianeta, i quali diventano sempre più consapevoli dello sviluppo e delle possibilità di guadagno. Proprio per questo i trader sono sempre alla ricerca dei metodi e delle strategie di trading che consentono di ottenere il massimo successo. Sicuramente un fattore determinante per il successo nel mondo del trading online riguarda la capacità del trader di individuare tutte le opportunità presenti nel mercato forex ed allo stesso tempo riuscire a trarne benefici. Uno dei migliori metodi e sicuramente anche più redditizi seguiti dai professionisti del trading online è quello di effettuare operazioni seguendo la direzione del trend principale di lungo periodo. In questo articolo punteremo proprio su queste tipologie di strategie analizzando una strategia di trend following ed in particolare spiegheremo come usare il MACD con il filtro medie mobili.

IT_lifes_different_with_money_200x90

Trovare il Trend

La maggior parte delle negoziazioni nel mercato forex si basano sul breve termine sia che esso sia realizzato da grandi operatori o istituzioni che da piccoli traders. Il richiamo del  trading a breve termine è molto forte soprattutto perché il trader limita in modo sostanziale la quantità di tempo che il capitale è a rischio. Sicuramente nel trading a breve termine non c’è nulla di sbagliato, ma se si vuole avere un’immagine più chiara e precisa occorre analizzare il trend di lungo termine.

trading60secondi

Anche se molti metodi di trading a breve termine possono essere redditizi, nella maggior parte dei casi è più semplice fare soldi seguendo la direzione del trend principale piuttosto che andare contro il trend. Secondo questo principio prima di realizzare qualsiasi trade occorre identificare il trend principale del mercato. L’obiettivo principale è quello di focalizzare l’attenzione su trade lunghi quando il trend principale è rialzista, oppure trade a breve quando il trend è ribassista.

Concentrarsi sul lungo termine

Nell’immagine in basso viene mostrato un esempio di grafico mensile relativo alla coppia Sterlina/Yen. Come con qualsiasi altro titolo, ci sono dei momenti in cui questa coppia avanza, declina oppure rimane all’interno del range. Il nostro obiettivo principale deve essere quello di poter stabilire se il trend principale è bullish, bearish oppure neutrale. Nessun metodo può essere attendibile al 100% ma il nostro scopo principale deve essere quello di identificare la direzione e non gli specifici punti di entrata o uscita.

imm 1

Ottieni 25 euro subito e senza vincoli. Clicca Qui!!!

Continua>>

Strategia Opzioni Binarie con MACD non convenzionale

In questo articolo descriveremo una strategia opzioni binarie e forex poco conosciuta tramite l' utilizzo del MACD indicator, ovvero un noto indicatore di analisi tecnica che viene quasi sempre utilizzato per creare i trading system. Del MACD abbiamo già discusso in altri articoli e se vuoi leggere in particolare di cosa si tratta clicca qui.

Quando comprare al rialzo?

Il MACD dovrebbe essere inferiore a 0 e l’Istogramma MACD dovrebbe allontanarsi (retreatement) dalla linea del segnale MACD (linea rossa). Questa regola rappresenta un segnale di un possibile trade, ma comunque non bisogna piazzare alcun ordine se non si verificano altre due condizioni.

  1. Generalmente il prezzo tenderà a salire fino a quando rimbalzerà sopra la media a 20 periodi (SMA20);
  2. Si attende che il prezzo scende sotto la media a 5 periodi (SMA5) e si piazza l’ordine di acquisto

macd-retracement-buy

Quando comprare al ribasso?

Il MACD deve essere superiore a 0 e l’istogramma MACD deve allontanarsi dalla linea del segnale MACD (linea rossa).  Anche in questo caso non bisogna piazzare alcun ordine se non si verificano le seguenti condizioni:

  1. Generalmente il prezzo cercherà di andare verso sotto rimbalzando  sulla linea gialla relativa alla media a 20 periodi (linea gialla);
  2. Attendere che il prezzo si direzioni verso la linea blu della media a 5 periodi (SMA5) per piazzare l’ordine.

macd-retracement-sell

Come impostare Stop Loss e Take Profit per il forex trading con la Metatrader

Come impostare gli stop loss?

Gli stop loss devono essere impostati a pochi pips (5-10) sopra o sotto il più recente cambio di direzione che ha preceduto l’ordine. Per gli ordini di acquisto esso dovrebbe essere impostato al più recente LOW, mentre per gli ordini di vendita esso deve essere impostato al più recente HIGH.  Questo sistema manterrà i tuoi stop loss molto vicino al tuo punto di entrata facendo rischiare poco ed allo stesso tempo di ottenere dei profitti 2 volte o più rispetto a quanto rischiato.

Come impostare i Take Profit?

Per impostare nel miglior modo possibile i take profit bisogna affidarsi a dei punti particolari del grafico. In particolare:

  1. Per gli acquisti, come livello di Take Profit,  può essere usato il prossimo punto di resistenza;
  2. Per le vendite può essere utilizzato il successivo punto di supporto.
  3. Oppure calcolare una distanza pari a due volte lo Stop Loss.

Come usare la strategia opzioni binarie MACD

Per utilizzare al meglio questa strategia con le opzioni binarie occorre impostare il grafico a M5 o M15 e quindi con scadenze non superiori a 15 minuti. Le regole principali da seguire sono:

Tecnica-Trading-MACD-opzioni-binarie

  1. Investire sempre nella direzione del MACD dopo che si verifica e si conferma il segnale come sopra descritto;
  2. In caso di perdita si può rientrare nella stessa direzione del MACD sempre con scadenza a 15 minuti;
  3. Se il MACD cambia direzione allora attendere la formazione e la conferma del nuovo segnale;
  4. Per un segnale più accurato si sostituisce lo SMA5 con lo SMA20;
  5. Evitare di lavorare durante le fasi di lateralità che possono essere individuati in due momenti:

     

     

    • Numerosi cambi di tendenza del MACD o delle medie mobili in brevi periodi
    • Durante le ore serali o notturne.

Broker Opzioni Binarie consigliati per questo tipo di strategia:

OptionTime

Winner-Option

OptionFair

OptionTrade

250x250_IT77

Strategia Trading Pin Bar

Strategia forex pin bar

In questo articolo parleremo della strategia di trading forex con le Pin Bar, ovvero di uno dei segnali di trading più potenti della price action attualmente esistenti. Si tratta appunto di una strategia forex che si occupa di studiare il movimento dei prezzi delle azioni, delle valute, degli indici, ecc.

Cosa sono le Pin bar


La Pin Bar, per chi già conosce la price action theory, rappresenta la struttura principale della maggior parte dei sistemi di trading fondati sulla price action. Si tratta di una particolare formazione delle candele, la cui apertura e chiusura devono essere superiori almeno della metà del range per Pin bar rialzista e per essere delle Pin bar ribassiste devono essere inferiori almeno del 50% del suo range.

La candela appunto è composta da tre punti fondamentali:

  1. L'open (apertura)
  2. Il Close (chiusura)
  3. Il Nose (naso che rappresenta la "bugia" del mercato)

L’open rappresenta il prezzo effettivo di apertura della pin bar, il close è il prezzo di chiusura, il nose invece rappresenta il tratto di shadow (ombra) caratteristico della pin bar. Essa infatti si presenta con un lungo naso sporgente su un lato del prezzo di apertura e chiusura. Per essere realmente una pin bar, i prezzi di apertura e chiusura devono trovarsi ad una estremità della candela ed il nose deve percorrere almeno i 2/3 della misura di tutta la bar. Ovviamente più lungo è il nose e più potente è il segnale.

imm. 1

Pin bar Webinar

webinar forex

Per attuare delle strategie di successo è necessario una buona formazione per il trader. In particolare vi vogliamo consigliare i Webinar forex gratuiti che il docente il Dott. Lorenzo Sentino tiene settimanalmente. Si tratta di Webinar accessibili a tutti anche con conto demo, dove si tratteranno diversi temi riguardanti le migliori strategie forex per il tuo trading. Cliccando qui potrai iscriverti e partecipare ai Pin bar Webinar.

La bugia dei Falsi Breakout

La pin bar viene associata alla favola di pinocchio, da cui prende anche il nome, per i movimenti che essa percorre. La prima mossa riguarda lo spostamento del prezzo dal punto X al punto Y. Questo primo spostamento attira molti traders in quanto si credono che esso rappresenti un breakout e quindi intendono sfruttarne i vantaggi. Il secondo movimento invece riguarda lo spostamento dal punto Y al punto X e quindi alla situazione di partenza formando un grosso naso proprio come quello di pinocchio. Dunque quando il corpo della candela si riduce di tanto rispetto alle precedenti ( e si allunga l’ombra) molto probabilmente si verifica un cambio del trend. Quando la lunghezza dell’ombra è maggiore rispetto al corpo della candela, maggiore è la probabilità che si verifichi una Pin bar di inversione. In questo caso però questa bugia è costata cara a molti traders che sono rimasti intrappolati da questo falso breakout.

imm. 2

Le pin bar come potete notare, rappresentano degli strumenti molto potenti di price action. Queste si formano con molta frequenza e possono essere trovati in tutti i time frames.

Come usare le pin bar per fare trading online?

Il principale utilizzo della pin bar è quello di interpretarla come un segnale di inversione di tendenza della price action. Quando questa si forma significa che il mercato sta per muoversi nella direzione opposta. Lavorare con le pin bar potrebbe essere molto utile per:

  • Catturare possibili Top o Buttom del prezzo (punti alti e bassi)
  • Identificare le trappole breakout che possono portare a potenti inversioni
  • posizionarsi in zone di trend con dei ottimi prezzi.

Come tradare con le Pin bar

Per sfruttare al meglio questa Pin bar strategy forex e dunque per tradare con le Pin bar bisogna:

  • Attendere che si venga a formare una Pin bar in corrispondenza della resistenza o del supporto
  • Una volta formata la Pin bar entrare long sul supporto
  • Dopo la formazione della Pin bar entrare shot sulla resistenza
  • Successivamente per ottimizzare il rischio bisogna effettuare un ordine limite pari alla metà della Pin bar; se la Pin bar è ribassista effettuare un ordine stop loss con un valore poco superiore al massimo e poco inferiore al minimo se invece la Pin bar è rialzista.

Pin bar binarie

Le Pin bar binarie rientrano tra i segnali più famosi delle tecniche del Price Action. Si tratta di una strategia Pin bar abbastanza semplice solitamente applicata indistintamente sia da trader alle prime armi sia da trader esperti in quanto non sono necessarie delle conoscenze particolari per applicarla. Infatti con questa strategia è possibile trovare i migliori punti per acquistare opzioni CALL e PUT, e dunque per guadagnare con le opzioni binarie.

Le Pin bar possono essere ribassiste o rialziste: rialzista quando il corpo della terza candela supera il corpo della seconda. In questo caso si  procede con l’acquisto di un’opzione CALL. Se invece la barra ribassista che sta a destra della pin bar attraversi il corpo della candela dall’alto verso il basso, il pattern sarà a ribasso e dunque si procede con l’acquisto di un’opzione PUT.

iqoption broker indicatore mt4 pinbar

Grafici con le pin bar

In questo momento è possibile utilizzare i grafici della nuova piattaforma trading 4.0 del broker Iqoption per identificare le pin bar andando sulla funziona avanzata che permette di fare trading guardando e personalizzando i grafici.

In alternativa è possibile utilizzare il tool aggiuntivo di Markets.com che identifica in automatico le pin bar. Se vuoi scaricare una copia gratuita del tool condividi questo articolo e richiedilo via email a admin@guidatrading.com oppure lascia un commento

leggi parte 2

Come usare l’indicatore ATR

Un indicatore molto utilizzato dai traders e che generalmente viene incluso in modo gratuito dai vari pacchetti grafici (come la Metatrader forex o la piattaforma Avanzata di OptionTime) offerti dai Broker trading online è l’Avarage True Range o semplicemente ATR. Questo indicatore sviluppato da Welles Wilder molto adatto al mercato delle commodities, è utile per misurare la volatilità del mercato ma non la durata o la direzione. 

La formula dell'ATR

formulasLa formula usata per il calcolo dell’ATR prende in considerazione gli gap di mercato, ed il principale input che deve fornire il trader riguarda il “periodo” ovvero il numero di candele che vengono utilizzate per fornire la figura ATR e che generalmente assume un valore di 14.
Per determinare il “True Range”, l’ATR applicherà tre calcoli per ogni candela, per poi confrontare e selezionare i migliori risultati:

  • Massimo corrente meno il punto di chiusura della candela precedente;
  • Minimo corrente meno il punto di chiusura della candela precedente;
  • Massimo corrente meno minimo corrente.

Una volta calcolati tutti i True Range, l’ATR prenderà in considerazione tutte le figure e calcolerà la media per ottenere l’Avarage True Range.

Come interpretare i valori dell'ATR

Come detto in precedenza l’indicatore Avarage True Range viene utilizzato principalmente per misurare la volatilità del mercato, e l’idea di fondo è quella che maggiori sono i movimenti del mercato e maggiore sarà l’output generato dell’ATR. Questo rappresenta l’unico motivo per cui i traders utilizzano questo indicatore, anche se raramente lo utilizzeranno come un unico strumento nel proprio sistema di trading online.
Infatti, l’Avarage True Range generalmente non viene mai utilizzato da solo, ma soltanto in coppia con altri per formare un utile strumento di analisi tecnica che ci consente di creare la nostra strategia di trading.
Nelle immagini qui sotto mostriamo l’azione e, soprattutto i problemi riscontrati durante l’utilizzo dell’ATR.

atr-example-1

atr-example-3

Nel primo caso in esame, l’ATR è rimasto insensibile durante tutto il trend rialzista. Se ci fossimo affidati soltanto a questo indicatore per ricevere un segnale, non avremmo ottenuto alcun guadagno da questa situazione favorevole per piazzare un ordine.