Home » News » Il money management secondo Joe Ross

Il money management secondo Joe Ross

Il money management, in italiano gestione del rischio, rappresenta una tecnica fondamentale per tutti i trader che intendono operare nel trading online cercando di massimizzare i profitti senza mettere a repentaglio l’intero capitale a disposizione. Una tecnica di money management molto conosciuta ed apprezzata da tutti i traders del mondo è quella implementata da uno dei più grandi trader di tutti i tempi, Joe Ross.

Secondo Joe Ross molti trader subiscono dei condizionamenti mentali esterni che portano a errori abbastanza costosi. In questo articolo descriveremo questi errori e forniremo il parere di Joe Ross che ci consentirà di evitare queste spiacevoli perdite.

1539468x60_OW_8_it

Errore 1 – Ascoltare il parere degli altri

Joe Ross raccomanda sempre che quando si fa trading e, soprattutto, dopo aver aperto posizioni definite da solide strategie, è meglio non ascoltare l’opinione degli altri in quanto questo creerebbe panico facendoci chiudere in modo prematuro le nostre posizioni ed allo stesso tempo subire delle perdite.

Errore 2 – Essere troppo avido

Un errore comune a molti traders riguarda l’avidità con cui affronta il trading. Molte volte quando il trader ha aperto alcune posizioni che gli stanno facendo guadagnare un po’ di soldi, si trova in una situazione di adrenalina tale che ha voglia di aprirne altre  in modo da guadagnare ulteriori soldi. Bisogna sapere però che a volte i trend cambiano in modo improvviso e potremmo passare da situazioni idilliache a situazioni disastrose in pochi istanti. Il consiglio di Joe Ross è quello di raggiungere gli obiettivi fissati inizialmente prima di stabilirne altri.

Errore 3 – Avere una visione limitata

Secondo Joe Ross quando si fa trading bisogna avere una visione allargata di ciò che succede nei mercati in quanto bisogna tenere in considerazione che le quotazioni di qualsiasi bene subiscono delle variazioni in funzione di ciò che succede in tutto il mondo e che molte volte non vengono influenzate da accadimenti di piccoli paesi.

210x90_promotion30d-it

Errore 4 –  Ascoltare soltanto quello che vogliamo sentire

Una volta che il trader sviluppa la sua preferenza su un determinato investimento non accetterà le informazioni aggiuntive che potrebbero far cadere la sua tesi. Questo è il motivo per cui la coscienza del trader può scegliere di ignorare ciò che il mercato sta realmente facendo.

Il consiglio di Joe Ross è quello di osservare il mercato in modo oggettivo senza farsi trasportare da ciò che si vede, si pensa o si sente. Valutare attentamente la situazione e trarne una conclusione oggettiva.

Errore 5 – La paura di perdere

Tutti siamo avversi alle perdite e abbiamo paura di gettare il nostro denaro. Quando effettuiamo degli investimenti dobbiamo sempre chiederci e venire a conoscenza della potenziale perdita e del guadagno che potrebbe derivare da esso. Dobbiamo sapere tutto della posizione che stiamo aprendo in modo da valutarne attentamente rischi e benefici.

Errore 6 – Prestare meno attenzione quando si investe il denaro vinto

Quando vinciamo del denaro tutti siamo in grado di spendere questi soldi molto più facilmente rispetto a quelli che abbiamo risparmiato. Questo accade molto spesso anche ai trader che, dopo aver raggiunto dei profitti da un investimento, sono più propensi ad intraprendere investimenti più rischiosi con il denaro guadagnato. Questo, secondo Joe Ross, rappresenta un errore da non commettere infatti si deve cercare di mantenere il denaro guadagnato più a lungo possibile sul proprio conto in modo che quel denaro lo percepiremo sempre più nostro.

Errore 7 – Non controllare il margine  disponibile

Quando aggiungiamo capitale ad una posizione aperta, dobbiamo essere consapevoli che questa dovrà essere considerata del tutto una nuova posizione perché ogni aggiunta porterà nuovi rischi. Secondo Joe Ross, quando il mercato diventa volatile, i requisiti di margine disponibile possono salire in modo improvviso vanificando la nostra strategia di add on. Non c’è nulla di male ad attuare strategie di add on ma, quando il mercato è altamente volatile dobbiamo stare calmi e renderci conto di non poter aggiungere nulla visti i margini richiesti.

Attualmente il Broker che permette di fare trading con Margini ridotti è XM grazie ai conti di tipo NANO (100 volte più piccoli di un conto micro tradizionale)!

25300x250_FX_07-2014-it

 

+500

Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

twitter

Google e Facebook pronti per l’acquisto di Twitter?

Può esistere un social network di nicchia? La risposta è positiva, se si punta a una redditività bassa. E’ quanto ha sperimentato Twitter, che nell’ultimo anno si è scoperto “meno di massa” rispetto a quanto sperasse. Gli utenti non stanno crescendo, gli introiti nemmeno, sicché la piattaforma cinguettante sembra ormai appannaggio di un pubblico ben definito e circoscritto, forse troppo. Se questa è la dimensione che spetta a Twitter, allora emerge chiaro un problema di ...