Home » News » Ferrari e Poste Italiane in borsa: novità, previsioni e sviluppi

Ferrari e Poste Italiane in borsa: novità, previsioni e sviluppi

Il titolo Ferrari è protagonista di ottime prestazioni. A incidere positivamente, le novità del Cavallino che giungono dal Salone dell’auto di Parigi, dove è stata presentata la nuova Ferrari Aperta, un’edizione speciale di cui saranno prodotte solo 289 unità, costo 1.850.000 euro (tasse incluse). Le auto sono già state vendute e la loro consegna inizierà entro la fine dell’anno. L’azienda ha inoltre annunciato che, in onore dei 70 anni dalla fondazione, produrrà cinque serie di modelli speciali. A ogni serie corrisponderanno 70 unità, per un totale di 350. Infine, Ferrari ha dichiarato di aver accorciato la lista di attesa per la 488Gtb a 12-24 mesi.

Azioni Ferrari ai massimi storici

Alla luce di queste notizie positive, il titolo ha raggiunto e superato i suoi massimi storici nelle giornate di venerdì 30 e lunedì 3 ottobre, superando abbondantemente quota 46 euro. Le prospettive sono molto buone dal momento che i fondamentali dell’azienda rimangono solidi come solido è il patrimonio in termini di reputazione, che nel settore del lusso incide in maniera rilevante. Il target price potrebbe raggiungere i 50 euro. E’ questa la soglia suggerita da Banca Akros, che ha valutato positivamente il miglioramento delle stime del fatturato 2016-2017 del Cavallino.

Se vuoi provare a comprare e vendere azioni per guadagnare con il trading online ti consigliamo di iniziare con uno dei bonus forex gratis senza deposito obbligatorio che sono elencati qui:

  • plus500-logo-2014-trading-forex-cfd Plus500 con 25 euro gratis per iniziare con il trading di azioni
  • logo-small-xm XM con 25 euro gratis per iniziare sul forex con i conti micro
  • markets_logo  Markets con 25 euro gratis per fare trading azioni
  • iqoption-broker-scalping-opzioni-binarieIQoption per il trading con le opzioni binarie (anche con conto demo gratis) oppure con depositi a partire da 10 euro

Azioni Posteitaliane in fase laterale

Calma piatta invece per Poste Italiane. Gli investitori sono ancora in attesa degli sviluppi sul fronte Pioneer. Secondo indiscrezioni della stampa, Poste Italiane sarebbe tra i tre offerenti in short list pronti ad acquisire la famosa società di risparmio gestito del gruppo Unicredit. Il titolo naviga sui 6 euro da metà estate e, a meno di sviluppi importanti, non dovrebbe dare segnali diversi. La lateralità del trend intrapreso da Poste Italiane è dovuta, oltre al sentimento di attesa, dalla conferma del rating Baa2 da parte di Moody’s, che inoltre non prospetta cambiamenti nella valutazione per il prossimo anno. L’unico elemento di rischio è legato alla crisi in Italia. Poste Italiane è infatti fortemente esposto rispetto all’economia nazionale, dunque il titolo intraprenderebbe un trend negativo qualora le speranze di crescita italiane verrebbero compromesse ulteriormente.

+500

Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

twitter

Google e Facebook pronti per l’acquisto di Twitter?

Può esistere un social network di nicchia? La risposta è positiva, se si punta a una redditività bassa. E’ quanto ha sperimentato Twitter, che nell’ultimo anno si è scoperto “meno di massa” rispetto a quanto sperasse. Gli utenti non stanno crescendo, gli introiti nemmeno, sicché la piattaforma cinguettante sembra ormai appannaggio di un pubblico ben definito e circoscritto, forse troppo. Se questa è la dimensione che spetta a Twitter, allora emerge chiaro un problema di ...