Home » News » È il momento di investire in oro

È il momento di investire in oro

Sembrerebbe giunto il momento di investire in oro, nell’ultimo periodo il metallo giallo ha subito un poderoso rialzo che ha portato i prezzi ad un nuovo massimo, il più alto rispetto a marzo scorso. Attualmente l’oro quota 1.787 dollari l’oncia, con un incremento negli ultimi tre mesi del 12%.

La corsa dell’oro però sembrerebbe non voler fermarsi, anzi, secondo molte banche il metallo prezioso dovrebbe raggiungere nuove vette entro fine ottobre.
Secondo la Deutsche Bank l’oro entro fine ottobre raggiungerà quota 1.900 dollari l’oncia; Ubs si trova ad alzare le precedenti stime da 1.600 a 1.850 dollari;  Aberdeen Asset Management, invece, è convinta che i prezzo, entro dodici mesi, supereranno i 2.000 dollari.

Insomma, una prospettiva abbastanza rosea per tutti coloro che credono nel metallo giallo, ma attenzione: da un’analisi tecnica dettagliata risulta che l’oro dovrebbe subire una lieve correzone di breve termine arrivando a toccare i 1.720-1.700 dollari per poi riprendere la sua irrefrenabile corsa verso la vetta che, a detta di molte fonti autorevoli, può rappresentare profitti decisamente interessanti.

Del resto è risaputo che, in periodi di crisi come quello che stiamo vivendo, gli investitori tendono a proteggere i loro risparmi affidandoli al bene rifugio per eccellenza, l’oro, nel corso degli anni, si è sempre comportato egregiamente ed ha sempre protetto dalla svalutazione nei periodi di crisi.

Quotazioni oro

Come si vede dall’immagine, l’oro, dopo una fase che in analisi tecnica si definisce come triangolo, ha preso il volo esattamente come si prevede dopo tale fase, i prezzi si stanno stabilizzando e molto probabilmente ci si deve aspettare una piccola correzione. Per il momento il nostro consiglio è quello di osservare il mercato e prepararsi ad entrare appena la fase di correzione sarà terminata.

+500

Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

twitter

Google e Facebook pronti per l’acquisto di Twitter?

Può esistere un social network di nicchia? La risposta è positiva, se si punta a una redditività bassa. E’ quanto ha sperimentato Twitter, che nell’ultimo anno si è scoperto “meno di massa” rispetto a quanto sperasse. Gli utenti non stanno crescendo, gli introiti nemmeno, sicché la piattaforma cinguettante sembra ormai appannaggio di un pubblico ben definito e circoscritto, forse troppo. Se questa è la dimensione che spetta a Twitter, allora emerge chiaro un problema di ...