Home » News » Draghi, Petrolio e Russia un mix esplosivo per l’EURO

Draghi, Petrolio e Russia un mix esplosivo per l’EURO

Mentre l'EURO precipita ai minimi degli ultimi 3 anni ci si concentra per catturare gli ultimi ribassi fino a 1,1825 e poi anche a 1,1660. Le quotazioni sembrano assurde ma un bravo trader deve sempre avere un piano b pronto per seguire il trend.

EURUSDWeekly

Nel mese di Gennaio ci sono 2 appuntamenti economici molto importanti per i mercati finanziari e per i trader specialmente per chi lavora nel forex trading:

  1. 22 Gennaio – La BCE deve valutare un Quantitative Easing
  2. 25 Gennaio – Votazioni politiche in Grecia

Il Presidente Mario Draghi continua a ripetere il suo “se fosse necessario” assieme a “i governi devono agire e accelerare con le riforme” ma i principali analisti sostengono che qualcosa verrà fatto. Sul versante Grecia si torna a parlare di Grexit ovvero che qualunque sia il risultato politico sicuramente il popolo greco non vorrà più "pagare" per gli errori dei loro politici preferendo l'uscita dal sistema euro.

Petrolio

I prezzi intorno a 55 dollari al barile continuano a destare problemi per il futuro dei paesi esportatori come il Venezuela per per le società americane che grazie alla tecnologia riescono a produrre greggio da insediamenti fossili ma con costi elevati vicino ai prezzi attuali tagliando i margini di guadagno… ci si chiede fin quanto potranno resistere specialmente se l'Opec intende portare i prezzi sulla soglia dei 40 dollari.

Russia

La svalutazione del Rublo nei confronti del Dollaro e dell'Euro ha paralizzato le importazioni in Russia mettendo l'economia in ginocchio. Adesso per Putin è difficile sostenere le spese militari in Crimea. Questo "attacco al potere" è stato più duro delle sanzioni applicate in passato. 

Simulazione di trading con Plus500 e 25 euro gratis

Ecco l'ultimo video che vi aiuta a capire come fare trading con Plus500 e ottenere anche 25 euro gratis di benvenuto. Le posizioni che vedete sul video sono state già chiuse tutte a target e domani procederemo con i nuovi acquisti per riprogrammare un altro piano di trading. Vi aggiorneremo con un nuovo video sul nostro canale YouTube.

+500

Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

twitter

Google e Facebook pronti per l’acquisto di Twitter?

Può esistere un social network di nicchia? La risposta è positiva, se si punta a una redditività bassa. E’ quanto ha sperimentato Twitter, che nell’ultimo anno si è scoperto “meno di massa” rispetto a quanto sperasse. Gli utenti non stanno crescendo, gli introiti nemmeno, sicché la piattaforma cinguettante sembra ormai appannaggio di un pubblico ben definito e circoscritto, forse troppo. Se questa è la dimensione che spetta a Twitter, allora emerge chiaro un problema di ...