Home » Guide Trading » Analisi Tecnica

Analisi Tecnica

Le borse crollano? ecco le opportunità in Italia

Dopo la Brexit abbiamo assistito al crollo della sterlina nei confronti delle altre valute e anche le azioni degli indici europei sono scese a picco (specialmente nel settore bancario). La borsa di Milano (che è di proprietà della London Stock Exchange) ne ha risentito in modo particolare e in questo momento sta perdendo il 12%! Particolarmente colpito il settore bancario. 

Ma attenzione! i ribassi di questi giorni non sono ancora un'opportunità. Dobbiamo attendere nuovi minimi nei prossimi mesi per costruire un portafoglio sano e funzionale per il futuro. Sotto alcuni dei nostri consigli.

Tuttavia non c'è da allarmarsi perchè chi ha seguito questa vicenda in modo corretto e ha utilizzato i giusti sistemi di trading può solo capire che si stanno per creare numerose opportunità di guadagno per i prossimi mesi.

La borsa è fatta per sorprendere e le news sono il motore che ci permette di creare e sfruttare le oscillazioni di mercato.

Azioni italiane da comprare nel 2016

Ecco alcuni titoli che dobbiamo tenere in mente e comprare a buoni prezzi approfittando dei possibili futuri ribassi delle quotazioni degli indici. I grafici seguenti sono su timeframe Settimanale con applicazione di Fibonacci e del TrendGT indicator.

Terna azioni e cfd

Il supporto sui grafici settimanali di Terna SPA è tra 4,40 e 3,90 euro. Il prezzo è già quasi giunto in questa fascia e stiamo in attesa di essere eseguiti.

TRNAWeekly

Il grafico sopra vi mostra che anche i ritracciamenti di Fibonacci ci inducono a pensare che intorno al 50% dell'ultimo movimento di forza rialzista, le azioni Terna dovrebbero nuovamente reagire.

Unicredit e IntesaSanPaolo: banche verso i minimi

Si tratta delle 2 banche italiane più importanti e di "peso" sul listino FtseMib. Unicredit ha sicuramente una posizione più sofferente rispetto a IntesaSanPaolo ma essendo tra le "Too Big to Fail" continuano ad ottenere un grande interesse da parte dei trader.

I prezzi attuali sono ancora alti per un'entrata di lungo periodo da "cassettista" e attendiamo nuovi minimi annuali come dai seguenti grafici:

INTSNPLWeekly UNCRDWeekly

Azioni Exor

La società Exor negli ultimi anni ha subito numerosi cambiamenti strutturali anche a seguito dello spostamento della FIAT in America con conseguente fusione con la Chrysler. Il titolo ne ha fortemente beneficiato ma adesso ha stornato oltre il 50% di fibonacci. L'ultima candela weekly ci mostra una figura ribassista che può avere come obiettivo il raggiungimento di zona 22-24 euro.

EXRWeekly

Atlantia

Infine concludiamo la nostra analisi con la società Atlantia. Il trend di lungo periodo rimane ancora rialzista anche se nel 2016 abbiamo assistito ad un ritorno verso il primo ritracciamento di fibonacci al 23,6%. La tenuta di questo livello può riportare i prezzo verso nuovi massimi. Al contrario invece dobbiamo attendere una forza ribassista verso 17-18 euro, area di supporto del 2014 e ottimo punto per un buy da "cassettista".

ATLNTWeekly

Investire sul petrolio: rialzo o ribasso entro Marzo?

Petrolio di nuovo in discesa, perché?

Investire sul petrolio diventa difficile perchè la quotazione del petrolio è di nuovo in fase laterale sui mercati asiatici. A partire dal mese di Gennaio si è registrato un rally dei prezzi del petrolio fino a toccare il punto più alto la scorsa settimana, per effetto dell’indebolimento del dollaro da parte della Federal Reserve, che ha sostenuto la domanda di beni quali il petrolio, diventando più economico per gli investitori.

A oggi la causa di questo nuovo possibile ribasso è l’aumento del numero degli impianti americani di estrazione del petrolio, oltre alle incertezze legate alle scelte operate dall’incontro tra i maggiori produttori mondiali di petrolio e alle conseguenze dell’uscita in aprile dell’Iran.

Previsioni del prezzo del petrolio

Gli analisti sostengono che i prezzi del petrolio non dovrebbero più subire il rally che ha portato a quotazioni in rialzo nel mese di Febbraio. Infatti la scorsa settimana, grazie all’ottimismo dei Paesi Opec e non Opec sull’accordo di congelamento della produzione di petrolio, si è assistito a un prezzo del petrolio tra i massimi di questo 2016. L’eventuale indebolimento del dollaro, per effetto dei rialzi dei tassi di interesse non fa altro che favorire l’aumento della domanda di beni acquistabili col dollaro, rendendoli più convenienti per chi ha valuta estera.

BRENT petrolio quotazioni investire

Quotazioni petrolio oggi

Attualmente il prezzo al barile del Brent è di 41.55, con un calo di -0.17. La quotazione di WTI è scesa di -0.43 all’attuale prezzo di 41.43. Possiamo immaginare un movimento laterale o rialzista finchè i prezzi si mantengono solpra la Kumo dell'ichimoku sul grafico Daily.

Oltre le coincidenze sulle news e sulle riunioni delle "mani forti" del Petrolio, la figura attuale potrebbe cadere e annullarsi portando, in effetti, un possibile crollo delle quotazioni.

L’Iran al vertice di Doha il 17 Aprile

Si terrà in Qatar a Doha il 17 aprile il vertice tra i Paesi Opec e i paesi produttori che non appartengono all’Opec . Lo scopo di questo incontro è quello di raggiungere un accordo sul congelamento della produzione del greggio e sul ridurre le riserve in eccesso. Tra questi Paesi dovrebbe partecipare anche l’Iran, successivamente a un alleggerimento delle sanzioni decise dalla comunità internazionale nei confronti di Teheran.

Come investire sul petrolio

Per diversificare il proprio portafoglio è possibile investire sulle materie prime, in particolare sul petrolio. I futures sul greggio che è possibile negoziare sono il WTI e il Brent Crude Oil. Il WTI è il greggio degli USA che viene quotato alla Borsa di New York, mentre il Brent Crude Oil è scambiato alla Borsa di Londra.

Investire sul petrolio è possibile attraverso diverse alternative.

petrolio opzioni binarie

  • Possiamo scegliere di fare trading sul petrolio scegliendo un broker opzioni binarie come IQoption
  • Facendo trading di azioni delle aziende petrolifere con broker o banche
  • Acquistando in Borsa azioni legate alle principali società del settore petrolifero (Eni, Saipem, Saras, Terna, Bernstein, Tenaris). Bisogna sottolineare il fatto che le azioni non seguono necessariamente il prezzo del petrolio, ma sono soggette alle dinamiche interne di quella società.
  •  ETC legate al prezzo del petrolio, sfruttando le leve finanziarie.

Investire sul petrolio con Markets.com

investire sul petrolio markets

Markets.com è un broker forex con il quale poter fare trading online forex e CFD. Opera in tutta Europa e in Italia per mezzo di importanti Licenze, come la Licenza CySEC, la Licenza Consob, MiFID, CIF e altre che gli permettono di operare sul mercato in condizioni di sicurezza e trasparenza. La recensione completa è disponibile sul nostro sito per ottenere maggiori informazioni.

Per investire sul petrolio dunque potrai iniziare con il trading in CFD di Markets.com.

Perché Markets.com?

Molti trader hanno deciso di utilizzare la piattaforma di trading forex Markets.com in quanto offre molti vantaggi.

  • Account gratuito di pratica senza limiti
  • Bonus senza deposito pari a 25 euro ai trader che attivano un conto reale che verrà accreditato sul conto di trading e ti darà la possibilità di provare la piattaforma di trading con del denaro reale. I profitti generati dal bonus sono prelevabili dal conto di trading.
  • Grafici avanzati e strumenti di analisi tecnica
  • Quotazioni gratuite in tempo reale
  • Trading in leva
  • Trading 24/7

ENI a ridosso di una resistenza

Il titolo ENI presenta delle forte correlazioni positive con le quotazioni del Brent. Si intravede anche in questo caso una forte resistenza che non ha permesso di creare nuovi massimi e sta incastrando i prezzi tra la Kumo e tale resistenza.

EN.IDaily

E' consigliamo rimanere con una visione rialzista finchè i prezzi si mantengono sopra 13 euro.

Sterlina: nuovi minimi entro Febbraio?

Sterlina Dollaro ai minimi del 2009

L'accordo tra la Gran Bretagna e l'Unione europea, per evitare l'uscita della Gran Bretagna dall'UE, continua a indebolire la sterlina ad un livello che non si vedeva dal 2009. Il voto per il potenziale Brexit non è in programma fino al 27 giugno, ma ci sono segni che il dibattito diverrà hot. La grande preoccupazione è la potenziale perdita di business del settore dei servizi finanziari se dovessero lasciare l'UE. Anche se questa paura è reale, e può servire a mobilitare il voto contrario al Brexit, gran parte di questo business sarebbe già andato perduto se non ci fossero sufficienti competenze finanziarie e di capitale a Parigi, Francoforte o Milano.
La paura delle conseguenze negative da Brixit stanno infatti pesando sul mercato, vi è preoccupazione per il dibattito quattro mesi prima del voto. Le grandi banche tendono a diffondere informazioni negativi su un possibile esito positivo del referendum, in modo da creare previsioni di un forte calo della sterlina che dovrebbe lasciare passare il no. 
Storicamente la Gran Bretagna ha un deficit commerciale di conto corrente che è stato compensato da un surplus di capitale a lungo termine mantenendo così la sterlina ad un premio ad altre valute. 

sterlina in caduta

trading indici borsaPrevisioni sterlina: La sterlina è molto debole nei confronti del dollaro ma lo è ancora di più nei confronti dello Yen. Dal grafico sopra potete immediatamente avere le informazioni necessarie per capire che vendere GBPJPY conviene rispetto alla vendita di GBPUSD.

L'UE è il principale partner commerciale della Gran Bretagna.

Dall'inizio del mese di Dicembre l'euro ha guadagnato sulla sterlina da circa 0,7050-0,7915 oggi, e lo ha fatto nonostante l'aumento dei tassi di interesse nel Regno Unito, nonché un tasso di crescita più veloce. Sembra che ci sia già una certa apprensione Brixit prezzo sul mercato. Nel Telegraph oggi Jeremy Warner ha osservato: "Competitive currency devaluation is a zero-sum game that nobody can ultimately win, but that doesn’t stop everyone playing it. Mario Draghi, president of the European Central Bank, would regard it as a policy triumph if he could devalue the euro by 20pc. So there might be reason to celebrate today’s touch of Brexit-inspired weakness in sterling".
La sterlina ha continuato la sua caduta libera, ma c'è il rischio che questa debolezza si riverserà nell'euro.

Sembra che il Regno Unito è in procinto di uscire dalla UE, sarà questa insoddisfazione con la moneta unica e le politiche di austerità tedesche che si tradurrà in altri paesi che vogliono uscire dalla UE o alla moneta unica?

EURUSDDaily

Previsioni eurodollaro: L'eurodollaro si è mostrato molto forte rispetto alla sterlina dollaro. In un'analisi intermarket e di spread trading è consigliato rimanere al rialzo su EURUSD e vendere GBPUSD.

Grecia ancora in crisi

La situazione attuale in Grecia è il risultato di queste politiche, e descritto da John Mauldin: "Greece will likely continue to suffer for a very long time, whereas if the Greeks had left the euro, defaulted on their debts, and devalued their currency, they would likely be enjoying a quite robust recovery. Greece’s present is a possible near future for other countries in Europe (Portugal is likely to be next, and Italy will surprise everyone with its severe banking problems), which is why the European Central Bank is so desperately fighting the deflationary impulse embedded in the very structure of the European Union. "
Se Mauldin ha ragione, l'euro potrebbe cominciare a preoccuparsi di ciò che l'azione della BCE avrà in occasione della prossima riunione di Marzo. EuroUSD sotto 1 ?

I massimi di EURUSD e i minimi del Petrolio: come fare trading?

Ecco un quadro della situazione economica e finanziaria in Europa e negli Stati Uniti che influisce attualmente sul cross forex EURUSD e sul Petrolio per impostare un buon piano di trading online.

Fare trading sul cross forex EURUSD

Agli inizi di questa settimana, Lunedì 7 dicembre abbiamo visto l'EUR/USD tra 1,0794-1,0888. Ieri il cross forex EUR/USD ha toccato i nuovi massimi sopra 1,10 realizzando anche una divergenza ribassista sull'indicatore RSI. Ecco il grafico dove si evidenzia un massimo sui prezzi del grafico EURUSD H4 che non corrisponde ad un massimo nell'oscillatore RSI (cosa è l'RSI? leggi qui):

EURUSDH4

Il trading dell’EUR/USD può essere influenzato da una serie di relazioni macroeconomiche secondo la situazione in Europa e negli Stati Uniti, come segue.

In Europa quest’anno, c’e’ stata una crescita del 1.6%, rispetto al 2011 e questo e’ stato riportato il 13 novembre 2015 dal Gross domestic product (GDP), tradotto come “Il prodotto interno lordo (PIL)”.

Secondo i dati provvisori pubblicati il ​​13 novembre, tra gli stati membri dell’europa, l'economia tedesca è cresciuta dello 0,3% nel terzo trimestre rispetto al secondo trimestre. L’economia italiana è cresciuta dello 0,2 %, quindi un tasso trimestrale più lento. In belgio, spagna, lettonia e austria (+ 0,2%, + 0,8%, + 0,4% e + 0,1% ) è aumentato ad un ritmo più lento, mentre il portogallo è rimasto invariato. L’economia in estonia e in grecia ha contratto lo 0.5%, mentre la crescita finlandese si è ridotta dello 0,6%. L’economia francese ha registrato una crescita trimestrale più veloce (0,3%), la lituania ha registrato una crescita del 0,5%, mentre i tassi di crescita a cipro, paesi bassi e slovacchia sono rimasti gli stessi, come nel trimestre precedente (+ 0,5%, + 0,1% e + 0,9% ), secondo il rapporto di Eurostat.

Nel caso in cui la seconda stima del GDP eccede le aspettative del mercato, questo avrebbe un forte rialzo sull’euro.

Stati Uniti: opportunità di lavoro, effetto limitato rialzista sul dollaro

Il numero di opportunita’ di lavoro negli Stati Uniti, probabilmente è sceso a 5.525 milioni nel mese di ottobre, secondo la previsione da parte di esperti. Nel mese di settembre sono stati segnalati 5.526 milioni di offerte di lavoro, in piu’ rispetto al mese di luglio. I dati delle offerte di lavoro vengono dalla Survey Job Openings and Labor Turnover, un ente che raccoglie i dati da circa 16400 stabilimenti non agricoli, rivenditori e produttori, così come federali, statali e enti locali nei 50 stati del distretto della Columbia. L'indagine valuta la domanda insoddisfatta di lavoro nel mercato. Un numero superiore rispetto alle previsioni di offerte di lavoro, di solito hanno un limitato effetto rialzista sul dollaro.

Vi consigliamo di usare la piattaforma opzioni binarie Iqoption per tradare la volatilità del EUR/USD in questi giorni. Una piattaforma molto avvanzata e facile da usare con indicatori e non per principianti ed esperti traders.

Il prezzo del petrolio scende? Che succede alla sterlina?

Fare trading con il petrolio

Il prezzo del petrolio, è sceso a un livello molto basso rispetto al 2009

Il motivo per cui il petrolio e’ sceso da oltre sei anni, e’ perche’ l’ Opec che in inglese sta per “The Organization of Petroleum Exporting Countries” tradotto “L'organizzazione dei paesi esportatori di petrolio” effettivamente ha abbandonato la sua lunga strategia di limitare la produzione per controllare i prezzi. Quindi ora c’e’ stata una speculazione di un eccesso globale record che sarà prorogato. Qui sotto piu’ dettagli a riguardo.

Il prezzo del petrolio scende rispetto a sei anni fa

Nel 2014 il petrolio ha raggiunto quasi 108 $ al barile; Il recente eccesso di offerta ha iniziato a spingere i prezzi verso il basso a maggio, a seguito del cambiamento da Opec per proteggere la sua quota di mercato contro le tecniche nuove e più economiche per l'estrazione di petrolio, come il fracking.

L’Opec manterra’ un pompaggio di circa 31.5 millioni di barile al giorno, ha detto il Presidente Emmanuel Ibe Kachikwu, venerdi scorso dopo la riunione a Vienna. L’ Opec sta mettendo da parte la sua produzione di quota a 30 millioni al barile al giorno, fino a quando i membri non si riuniranno di nuovo nel mese di giugno per ridiscuterne.

L'ultima discesa del petrolio a $ 40 invece, è il risultato dalla decisione dell'OPEC la scorsa settimana, in cui si sono rifiutati di diminuire la produzione, una mossa che avrebbe fatto salire di nuovo i prezzi del petrolio. Inoltre Il petrolio è crollato oltre il 40 % da quando l’Arabia Saudita ha utilizzato la decisione dell'OPEC nel mese di novembre 2014 per mantenere la produzione e difendere la quota di mercato contro un alto costo dei produttori degli Stati Uniti . Scorte globali hanno ampliato la produzione a quasi 3 miliardi di barili, perche’ i sauditi, la russia e l'iraq hanno aumentato l'offerta, secondo l'agenzia internazionale per l'energia,

Paesi come il canada, il quinto produttore mondiale di petrolio, ha sperimentato grosse perdite nelle loro industrie petrolifere e un taglio del personale. Meglio restare ribassisti sul CAD (moneta canadese).

La discesa del petrolio accellera il rialzo del dollaro. Benzina e diesel hanno chiuso anche a livelli più bassi, cosa che non era ancora successa fin dalla crisi finanziaria del 2008, che ricordiamoci aveva mandato gli stati uniti in una recessione.

Cosa sono gli swap forex e come usarli nel trading online

Quando facciamo trading online, noi utilizziamo differenti tecniche sia per quanto riguarda l’analisi grafica o economica, sia per quanto riguarda lo spazio temporale dell’investimento. Tralasciando la parte dell’analisi grafica, vediamo quello che può succedere nel forex in base alla scelta della durata della nostra operazione.

Se decidiamo di adottare una strategia mordi e fuggi, tipo scalping o comunque di una durata massima di poche ore non vi sono problemi e nulla da aggiungere al risultato conseguito. Se invece portiamo l’operazione overnight, cioè al giorno successivo (che inizia alle 23:00) allora subentra un altro aspetto: il rollover o tasso swap.

13147

Comunicato Plus500 del 14 Dicembre 2015

Plus500 ha comunicato al mercato di una scelta molto importante e a favore dei traders, ovvero l'eliminazione degli swap fino al 31 Maggio 2016. E' un esperimento che serve a Plus500 per accrescere e migliorare i propri servizi per i trader. Lavorare senza swap (rollover) è sicuramente un grande vantaggio che permette di risparmiare tanti soldi di commissioni inutili.

We are happy to introduce the newest feature on our trading platform: Automatic Rollover.
Plus500 is one of the few providers to grant this service for free (limited offer period until 1st of May 2016).

What is rollover?
A rollover is the transfer of a position on an expiring futures contract to the next tradable contract (for example, Germany 30, Oil and many more instruments).
For more details, visit Rollover help page.

How do I get the free rollover?
Just keep your position(s) open at rollover date and we will roll them over to the next contract.

Why is it free?
We're committed to being the World's Trading Machine and providing the best experience for our customers

Come funziona il rollover o tasso swap

In breve, alle 23:00 il broker chiude l’operazione per riaprirla

Leggi Articolo »